Fondazione Faustino Onnis Onlus Università degli Studi di Cagliari Università degli Studi di Sassari Comune di Selargius
home > attività > limba, premio in onore di onnis

Limba, premio in onore di Onnis

di Carla Etzo - Sardegna24 • 20 luglio 2011

Selargius. una proposta di legge  che apre la partecipazione della Regione alla Fondazione dedicata al poeta Faustino Onnis con un contributo di 30 mila euro annui per l'organizzazione di un premio  letterario intitolato all'artista campidanese. L'ha presentata lo scorso 11 luglio  il consigliere PD Marco Espa con l'obiettivo di valorizzare una delle più importanti personalità della letteratura sarda e nel contempo ridare vitalità allo studio e alla conoscenza della lingua campidanese. Espa punta all'approvazione di una legge che ricalca quelle che vedono una partecipazione attiva da parte della Regione  nelle Fondazioni intitolate a Giuseppe Dessì, Costantino Nivola, Salvatore Cambosu, grazie alla quale è possibile l'organizzazione dei premi a loro dedicati. " Onnis spicca nella tradizione campidanese ed isolana - afferma il consigliere regionale - e in un periodo in cui, soprattutto nel cagliaritano, si tende a perdere il contatto con l'identità e la tradizione il recupero della sua memoria diventa fondamentale". In effetti Onnis si è distinto  non solo per il suoi notevoli pregi artistici ma anche per un costante lavoro di tutela delle tradizioni sarde. Una breve biografia dell'autore inserita nell'introduzione della proposta rende evidente il suo valore letterario e umano. Nato a San Gavino Monreale nel 1925 Onnis era terzo di nove figli e rimase prestissimo orfano di madre. Nel 42, diciassettenne, era ad Iglesias impegato nella costruzione delle caserme. Le condizioni di lavoro erano durissime e la sua insofferenza anche verso il dispotismo del regime fascista gli costò una denuncia per attività sovversiva. due anni dopo a San Gavino partecipò ad una rivolta contro uno stupro da parte dei paracadutisti della 183° Divisione Nembo. Morì un uomo e Onnis fu incarcerato per cinque mesi nonostante fosse innocente. Già da allora, da autodidatta, coltivò la sua passione per la letteratura. risparmiava per comprare libri, leggeva, studiava e scriveva. Fu operaio a Cagliari negli anni del dopoguerra, si sposò e si trasferì a Selargius. lavorò come infermiere ma non smise mai di scrivere (in versi e in prosa) e di tenere contatti con i principali rappresentanti  del mondo culturale isolano. Domani la Fondazione Onnis, costituita nel 2007 e presieduta da Rita Corda, organizza una serata culturale  dal titolo "Musica e versi per ricordare un poeta"; l'appuntamento è alle 18.30 nei locali del centro di aggregazione ex casa Soro, in località San Lussorio - Selargius.